menu Home

Omaggio a Ivan Graziani


La storia

Il premio “Pigro omaggio a Ivan Graziani” è organizzato dall’Associazione Culturale Pigro che ha come Presidente Anna Maria Bischi Graziani; è stato di solito sostenuto economicamente dal Comune di Teramo, dalla Banca dell’Adriatico; ha in attivo ad oggi diciannove edizioni svoltesi a Teramo, città
natale di Ivan, tranne l’edizione del 2006 che è stata richiesta dalla Città di Urbino all’interno dei festeggiamenti del cinquecentesimo anniversario dell’Università. Infatti in Urbino Ivan Graziani compì gli studi artistici, rimanendo sempre affettivamente legato a questa città.

Il Pigro nasce come rassegna di artisti che rendono omaggio a Ivan Graziani, interpretando e rielaborando le sue canzoni e come concorso per nuovi talenti, rivolto principalmente ai cantautori.

Tutti gli artisti che partecipano al Pigro si esibiscono rigorosamente dal vivo e presentano un brano inedito: sono rari i concorsi musicali in cui questo accade.

La giuria del Pigro ha visto alternarsi molti personaggi importanti; ricordiamo, tra gli altri, Mario Luzzatto Fegiz, Piero Galletti (Rai International), Mario Pezzolla (autore Rai), Dario Salvatori, Franco Lucà (Folk studio Torino), Enrico De Angelis (giornalista), Roberto Fiacchini (collaboratore di Renato
Zero), Giordano Sangiorgi (MEI Faenza), Fausto Mesolella (Avion Travel), Teresa Mariano (produttrice discografica), Alfredo Gramitto Ricci (casa discografica Carosello), Claudio Ferrante (produttore discografico), Silvia Boschero (Radio 1 Rai), John Vignola (Il Mucchio), Fabrizio Galassi (Kataweb), Maria Laura Giulietti (produttrice e autrice musicale) e tantissimi altri operatori del settore musicale.

L’Abruzzo è molto presente nelle canzoni di Graziani, il quale ha potuto forgiare proprio il suo stile unico grazie a un temperamento schietto che deriva dai valori della propria terra, e che lo ha salvaguardato dall’omologazione musicale generale. Il tutto si è tradotto in canzoni che hanno fatto scuola, in cui la musica non è assolutamente semplicemente un accompagnamento delle parole, come succede in molti cantautori italiani. Così, Graziani è diventato autore di culto, esaltato dai musicisti veri e dagli appassionati per via del suo stile chitarristico ben significante e riconoscibile.

Brani come Agnese, Lugano addio, Firenze, Pigro o Fuoco sulla collina sono oramai opere senza tempo, che abitano senza dubbio il canone artistico della storia della canzone italiana. Per questo, l’Abruzzo accanto a una eccellenza della poesia come Gabriele D’Annunzio, può vantare i natali di un precursore di quella forma di poesia particolare che è esplosa nel Novecento qual è stata la canzone d’autore: Graziani è stato il primo in assoluto nella storia a salire sul palco del Teatro Ariston di Sanremo durante la prima edizione del Premio Tenco nel 1974.

Non solo musica

La manifestazione ha sempre ospitato anche attività collaterali, con finalità culturali e di beneficenza:

  • Musica, arte e vino”, in collaborazione con l’azienda vinicola Zaccagnini di Pescara, si è occupato principalmente della vendita per beneficenza di bottiglie di vino con etichette “Un fiore per Ivan”, appositamente disegnate da grandi artisti (Mimmo Paladino, Michele Cascella, Mario Berrettini, Edolo Masci, Dario Ballantini, Simone Zaccagnini, Marco Fiducia). Il ricavato della vendita, nei vari anni, è stato devoluto ad Emergency, ai terremotati del Molise, ai bambini tibetani tramite l’associazione Italia-Tibet, alla Croce Rossa Italiana. Per il futuro è allo studio un progetto di costruzione di un villaggio in Africa che si chiamerà “Un fiore per Ivan
  • Mostre di opere dello stesso Ivan Graziani e di Augusto Daolio
  • Mostre fotografiche su Gandhi, sul Tibet, sul Beat
  • Spettacoli in beneficienza a favore dei bimbi del popolo saharawi, insediato nei campi profughi nel Sahara nord occidentale, con lo scopo di assicurargli controlli medici e cure necessarie.
  • Mostre di chitarre vintage e di chitarre dipinte dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti, ispirate
    ai testi di Ivan
  • Incontri tra gli studenti universitari o delle scuole superiori e gli artisti e i giornalisti ospiti della
    manifestazione
  • Concorso per vetrine dedicate alla musica, allestite nei giorni della manifestazione nella città di
    Teramo, in collaborazione con le associazioni dei commercianti

L'omaggio degli artisti

Tra gli artisti che hanno partecipato alle varie edizioni ricordiamo: Ron, Carmen Consoli, Roy Paci e gli Aretuska, Le vibrazioni, Teresa De Sio, Tosca, Sergio Sgrilli, Mario Venuti, Mauro Pagani, Giorgio Conte, Eugenio Bennato, Vittorio De Scalzi, Sergio Cammariere, Massimo Bubola, Andrea Mingardi, Grazia Di Michele, Diego Mancino, Luca Dirisio, Simone Cristicchi, Luca Madonia, Gianluca Grignani, Marco Poeta, Rossana Casale, Mariella Nava, Morgan, Spinetti-Magoni, I giganti, New Trolls, Avion Travel, Ricky Portera, Paolo Benvegnù, Alberto Radius, Giorgio Cordini, Flaco Biondini, Goran Kuzminac, Andrea Braido, Michele Ascolese, Edoardo Bennato, Irio De Paula, Franceso Di Giacomo, Giò Damiani, Ziganamama, Libera Trio, Hand Made, Luigi Candelora, Sergio De Agostini, Vincenzo Greco, Quartetto Braga, Rangzen, Domenico Fiumanò, Giuia, Capone Bungt Bangt, Francesco Baccini, Piji, Alberto Patrucco, Mexcal, Edoardo Bennato, I Carnera, DJ Master Buby, Ellade Bandini con Agostino Marangolo e Tommy Graziani, Corale Giuseppe Verdi con Filippo Graziani, Povia, Ares Tavolazzi con Ellade Bandini e Pier Mingotti, Danilo Luce, Daniel Meguela, Toromeccanica, Ivan in jazz, Jimmy Villotti, Mel Previte e Fede Poggipollini, quartetto Archimia, Banda del Liga, Ares Tavolazzi, Antonio Marangolo, Andrea Innesto, Andrea Poltronieri, Povia e tanti altri.

Fabrizio Frizzi, Pupo, Mario Luzzatto Fegiz, Paola Maugeri, Gianni De Berardinis, Antonio Silva, Dario Ballantini, Sharon Bray, Matilde Brandi e Paolo Notari hanno presentato lo spettacolo teatrale della manifestazione nei vari anni.

Una nota particolarmente interessante ed originale è l’omaggio, ogni anno, ad uno strumento musicale.
Nel 2007 in ricordo della grande chitarra di Ivan, si sono ritrovati sullo stesso palco alcuni chitarristi “storici”; nel 2008 l’omaggio è stato per la batteria, nel 2009 per il basso.


  • cover play_circle_filled

    01. Pigro (Live in Rome 1979)
    Ivan Graziani

  • cover play_circle_filled

    02. Sconto
    Marcello Graduato

  • cover play_circle_filled

    03. Ho sognato un mondo
    Andiel

  • cover play_circle_filled

    04. Il vuoto dentro
    Estro

  • cover play_circle_filled

    05. Comprendi l'odio
    Chiara Vidonis

play_arrow skip_previous skip_next volume_down
playlist_play